Assolto perché “il fatto non costituisce reato”. Si è concluso così il processo a Felix Croft, il no border francese di 28 anni abitante a Nizza arrestato nel luglio scorso alla barriera autostradale di Ventimiglia mentre all’interno della propria auto tentava di portare in Francia una famiglia di migranti nigeriani.

Felix Croft, per il quale il pm aveva chiesto una condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione, ha più volte dichiarato di aver agito spinto da ragioni umanitarie e non economiche. “Lo rifarei anche subito”, ha dichiarato un Croft visibilmente sollevato dopo l’assoluzione.