video
03:55

Ora è ufficiale. Il Comune di Taggia, con atto firmato nel primo pomeriggio nello studio del notaio sanremese Gianni Donetti, ha acquisito l’area della pista ciclabile Park 24.

Un’incompiuta quindicennale che ora potrà finalmente avere nuova vita. A pochi minuti dal nero su bianco abbiamo raccolto le parole del primo cittadino tabiese Mario Conio.

“Sono ancora profondamente emozionato, oggi arriviamo a una svolta – esordisce. Questa situazione pareva irrisolvibile e invece oggi siamo a dire che le nostre non erano vane promesse. Quella che è stata un’incompiuta per 15 anni oggi è una proprietà comunale e domani diventerà un’opera pubblica che cambierà in maniera risolutiva il nostro territorio”.

Conio ha poi ringraziato chi ha contribuito a questo importante risultato: “Possiamo dire vinta questa battaglia – sottolinea. È solo un inizio, guardiamo il futuro con una prospettiva migliore. Domani mattina passerò la vigilia di Pasqua sul cantiere per pensare a tutto ciò che da martedì dovremo mettere in campo. Ci tengo a sottolineare e ringraziare Regione Liguria per il finanziamento fondamentale che ci è stato dato”.

Da domani effettivamente cosa succederà all’area? “Un’immediata bonifica – risponde Conio. Poi faremo un’opera pubblica di consolidamento delle strutture e di realizzazione degli spazi pubblici: piazza, giardini e finalmente collegamento alla pista ciclabile che tra pochi mesi sarà realtà e fino a oggi è stato un vulnus”.

Un’ultima considerazione su chi aveva, all’interno dell’area, acquisito dei box: “La struttura verrà consolidata e messa in sicurezza, contestualmente avvieremo la fase di realizzazione dei piani di autorimessa pubblica e privata in collaborazione, molto probabilmente, con Amaie energia. Stiamo cercando di comprendere le possibilità di collaborazione con gli acquirenti privati, è un percorso non semplice ma anche con loro cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile”.