[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/215992014″]Francesco Brilla ci racconta un aneddoto che in pochi sanno riguardo la Resistenza nel Ponente ligure.

I partigiani Franciosi e Albino, travestiti da donna, si infiltravano nei Comuni per dar fuoco ai registri dell’anagrafe impedendo, così, ogni possibile indagine sui nuclei familiari da parte di fascisti e tedeschi.

Salvarono in questo modo molte vite evitando l’arruolamento forzato dei giovani nella Repubblica di Salò ed evitando rappresaglie.

Articolo precedenteIl mondiale di calcio “Russia 2018” non s’ha da fare
Articolo successivoImperia, il questore Capocasa si presenta: “Sicurezza e libertà”