Parte Area Sanremo 2019, oltre 600 i ragazzi che sognano il palco dell'Ariston

Ha preso il via questa mattina al Palafiori l’edizione 2019 di Area Sanremo, il concorso canoro che offre la possibilità a due ragazzi di poter partecipare tra le Nuove Proposte del Festival di Sanremo.

Questa mattina i ragazzi, dopo le prime audizioni, si sono radunati per ricevere i saluti dell’amministrazione sanremese e dell’organizzazione. Presenti Livio Emanueli, presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, il sindaco Alberto Biancheri, l’assessore al turismo Alessandro SindoniMassimo Cotto, direttore artistico di Area Sanremo e Franco Mussida, presidente CPM Music Institute.

La prima fase dell’evento si svolgerà interamente a Sanremo in due weekend. Il primo, da oggi fino al 20 e poi dal 25 al 27 ottobre. I ragazzi che riusciranno a passare questa prima fase torneranno di nuovo a Sanremo dall’8 al 10 novembre per la finale, in cui si decreteranno gli otto vincitori. Da questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020.

Ad oggi i ragazzi iscritti sono oltre 600, numero che è destinato a salire perché le iscrizioni rinarrano aperte fino al 21 ottobre.

“Sta andando bene, i ragazzi sono emozionati il giusto e c’è una bella carica – commenta il direttore artistico Massimo Cotto – Adesso che è cominciato il lavoro parla la musica. A loro abbiamo detto che dovevano essere veri e di non preoccuparsi di essere per forza perfetti. Quello che conta è vedere se quell’appartamento che stiamo vedendo può essere ristrutturato per diventare un attico”

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Sanremo Alberto Biancheri che afferma: “Oggi si parte, sento un clima sereno e costruttivo. Il numero è importante ed è destinato ad aumentare perché le iscrizioni sono aperte. C’è un grande lavoro da parte di tutti per far uscire i ragazzi più pronti ad affrontare il Festival”.

In questi giorni a Sanremo si respira aria di musica tra il Premio Tenco e l’inizio di Area Sanremo: “Un concatenarsi di eventi e mi piacerebbe trasformare la città nella vera città della musica e spero che ci accompagni anche durante il periodo natalizio, aspettando il Festival e durante. La musica deve essere il filo conduttore”, conclude l’assessore al turismo Alessandro Sindoni.