video

L’estate riparte, e a giovare di questo cambiamento sarà di sicuro il bellissimo territorio del Parco delle Alpi Liguri che vede esponenzialmente incrementata la quantità di turisti intenti a scoprirne le bellezze.

Si potranno infatti percorrere liberamente tutti i sentieri ed ammirarne gli splendidi panorami senza più essere soggetti alle restrizioni covid che, ricordiamolo, hanno impedito per molti mesi il trekking anche se in luoghi all’aria aperta.

Il parco, il più giovane in Liguria, ha presentato la sua candidatura alla Carta Europea del Turismo Sostenibile per poter maggiormente far conoscere le sue qualità a livello europeo. Le potenzialità delle nostre valli e delle nostre alpi con affaccio sul mare sono pressoché infinite, ed in questi anni l’ente parco si è speso per fare in modo che la comunicazione valicasse i confini regionali per far conoscere a tutti ciò che di più bello il nostro entroterra offre.

Parliamo di monti che raggiungono la quota massima di 2201 mt. del Saccarello a poco più di un’ora dalle spiagge, di ambienti incontaminati ricchi di fauna e flora in una concentrazione unica a livello europeo. Borghi che offrono tradizione ed ospitalità in continuo aggiornamento con le richieste del turismo moderno, uno su tutti quello dell’e-bike che qui sembra trovare la sua naturale collocazione.

Ne abbiamo parlato con l’ormai ex, da ieri, commissario del parco Giuliano Maglio che ci tiene a ribadire il punto di forza che ha questo territorio: “Più la gente conoscerà le nostre bellezze più saremo in grado di creare economia, offrendo pacchetti turistici che uniscano costa e monti. Tenendo in vita l’entroterra salvaguardiamo anche la costa”.

Articolo precedenteCovid, Sanremo: in consegna oggi all’ospedale 2.100 dosi di vaccino
Articolo successivoBordighera: oltre mille visite all’ufficio IAT nel mese di giugno, crescono i numeri dei turisti francesi e tedeschi