Nella foto i festeggiamenti a fine partita

Caricasa Rari Nantes Imperia centra la seconda vittoria consecutiva e sale a quota 7 punti in classifica, dopo il ruggente 13-12 casalingo contro Aquatica Torino. È il primo successo alla ‘Cascione’ in questa stagione. 

Il match comincia con il minuto di silenzio per ‘Pompeo’ Giovanni Garibaldi, storico socio della Rari Nantes Imperia e  papà del tecnico Gianluca, che vive un pomeriggio intenso contro la sua ex squadra. 
Gli imperiesi mettono subito le cose in chiaro con il bel gol di Giacomo Lengueglia, seguito dal primo centro stagionale di capitan Filippo Rocchi e dal bolide di Giacomo Grosso. Dal canto loro, i torinesi vengono tenuti a galla da Balaz che mette a referto un poker nei primi sedici minuti. 

La Rari, a tre secondi dalla sirena, avrebbe la chance per chiudere il primo tempo sul +3 ma il rigore battuto da Cesini termina a lato; il centrovasca si farà immediatamente perdonare alla prima azione del secondo tempo. Poi gli imperiesi vivono un momento di black-out: Lengueglia protesta e viene cacciato dall’arbitro, i piemontesi così prendono fiducia e piazzano un parziale da 3-0 che riporta il punteggio in parità. Ma è un nuovo siluro di Rocchi a spedire le squadre a bordovasca sul +1 Rari.

Nella ripresa, il match si apre e saltano un po’ gli schemi difensivi. Nella prima metà di quarto, Torino ribalta il tabellino trovando il primo vantaggio ma la Rari è brava a rimanere agganciata. Il risultato rimane sempre in equilibrio e nessuna delle due squadre riesce ad allungare. 

Nel terzo tempo vanno segnalate la bella ‘palomba’ di Taramasco, la segnatura prepotente da centroboa di Riccardo Gandini e soprattutto la prima firma tra i grandi del quindicenne Marco Lanteri. Il canterano Ã¨ bravissimo a farsi trovare pronto sull’assist di Cesini e realizzare la superiorità numerica. 

Negli ultimi minuti salgono in cattedra i veterani Corio Cesini. Sono loro a costruire i gol decisivi che definiscono il 13-12 finale davanti a 230 spettatori festanti. 

A fine partita, mister Garibaldi ha commentato: “Sono contento, soprattutto perché abbiamo giocato da squadra. Abbiamo giocato bene e anche quando eravamo in difficoltà non ci siamo disuniti”. Gli fa eco il giovanissimo Lanteri: “Dedico il gol ai miei compagni di squadra della Under 16 che mi sostengono sempre”. 

CARICASA RARI NANTES IMPERIA – AQUATICA TORINO 13-12 (4-2; 2-3; 5-5; 2-2)
IMPERIA – Di Lionardo, Taramasco 1, Grosso 1, Mazzariol, Gandini 1, Marano, Lengueglia 2, Corio 2, Arco, Porro, Rocchi cap. 2, Cesini 3, Carpano, Lanteri 1. All.: Garibaldi.
TORINO – Germano, Liardo Recagno 2, Di Giacomo, Paletti 1, Costa, Bianchini 2, Mazza 2, Armillotta, Sartori, Falaschi, Balaz 5, Mariani, Siracusa. All.: Gigiaro.
Espulso Lengueglia (I) nel secondo tempo ex art.22/13; uscito per limite di falli Paletti (T) nel quarto tempo. Sup. Num.: Imperia 3/11 + tre rigori (uno realizzato e due sbagliati) e Torino 6/9 + un rigore realizzato.