Palestre a rischio chiusura, Giusto: "Servono notizie certe, così si alimenta confusione"

Incerta la situazione per le palestre su tutto il territorio nazionale. Presentando il recente dpcm del 18 ottobre, il presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, è stato chiaro: “Daremo una settimana per verificare i protocolli e il loro rispetto. Se questo avverrà non ci sarà ragione di chiudere. Altrimenti la settimana prossima saremo costretti a sospendere l’attività nelle palestre e nelle piscine.”

Difficile prevedere quali saranno i prossimi passi per arginare il sempre più preoccupante dilagare del coronavirus, impossibile al momento dire se le palestre potranno continuare la loro attività o se verranno posti dei limiti.

Ne abbiamo parlato con Dennis Giusto, istruttore e gestore di una palestra a Bordighera.

“Siamo molto attenti a tutte le disposizioni che ci hanno dato di sanificazione e controllo dei comportamenti all’interno delle palestre. Credo che debbano dare notizie certe, sono due settimane che si parla della possibile chiusura. Questo terrorismo psicologico non fa altro che alimentare l’incertezza danneggiando già le palestre. Sono in tanti quelli che non rinnovano gli abbonamenti mensili per esempio. È già un deserto,” spiega.

“Attendiamo ora notizie più chiare per domenica sera. Siamo fiduciosi,” conclude Giusto.

La decisione del governo dovrebbe arrivare entro la fine della settimana o nei primi giorni della prossima. La testimonianza di Dennis Giusto è visibile nella video-intervista a inizio articolo.