Palafiori conferito alla Sinfonica di Sanremo, Marcucci: "Crediamo nel progetto, ma la Regione ci aiuti"

Sarà disponibile come sede per l’Orchestra Sinfonica di Sanremo il Palafiori che, a detta di Lorenzo Marcucci, consigliere comunale, è troppo decentrato e piccolo per fungere da palazzo congressuale.

“L’edificio non è particolarmente grosso, e il centro di Sanremo è difficile da raggiungere da Genova o da Nizza, figuriamoci dalle altre regioni o dall’estero”, dichiara Marcucci ai microfoni di Riviera Time.

Oltre alla sede, alla Sinfonica verrà assegnato un asset di 1,4 milioni di euro.

“Non è un contributo, ma un patrimonio che l’orchestra può investire e far fruttare, magari in concomitanza a iniziative collaterali”, prosegue il consigliere, “questo è segno che il Comune di Sanremo crede nel progetto, ma auspico che giungano aiuti anche da Genova.”

Anche perché, come ricordato da Marcucci stesso, l’Orchestra Sinfonica, nata nel 1905, non aveva mai avuto una sede fissa né un proprio fondo su cui scommettere.

L’intervista integrale a Lorenzo Marcucci nel video-servizio a inizio articolo.