[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/246432351″]Dopo l’assoluzione con formula piena per Domenico Rosso e Mauro Mannini alla sbarra per “delitto colposo di pericolo per inondazione”, arriva il commento del sindaco di Ospedaletti Paolo Blancardi.

Le vicende risalgono ai lavori del porto. I due imprenditori erano finiti al centro dell’attenzione dell’amministrazione locale per la realizzazione di una tubatura provvisoria per il deflusso dell’acqua nel rio Porrine.

A seguito di una deformazione del tubo, Rosso e Mannini erano stati accusati di aver esposto il centro di Ospedaletti al rischio di inondazione ed erano stati portati dall’amministrazione comunale davanti al giudice.

Secondo la sentenza, tuttavia, il fatto non sussiste.

“La tubazione non ha mai creato problemi ed è ancora funzionante adesso. L’assoluzione era forse un atto dovuto,” commenta il sindaco Paolo Blancardi.

Intanto prosegue l’iter burocratico per far ripartire il cantiere del porto, ormai abbandonato da anni. Ce ne ha parlato il primo cittadino.

Articolo precedenteSabina Camarda, la falconiera di Taggia
Articolo successivoSovraffollamento nelle carceri italiane. Imperia tra gli istituti con più stranieri