Si è svolto questa mattina il secondo evento del progetto proposto dalla Biblioteca Civica di Ospedaletti all’Istituto Scolastico presente sul territorio comunale, che prevede lo svolgimento di incontri online con gli alunni della scuola primaria, al fine di promuovere la lettura tra le fasce piĂą giovani.

L’incontro si è svolto in modalità on line tra gli studenti della classe V della scuola E. De Amicis, i loro insegnanti e la bibliotecaria: nella giornata di oggi, 27 gennaio, non poteva mancare un richiamo all’Olocausto. I ragazzi hanno letto la poesia di Primo Levi tratta da “Se questo è un uomo” e hanno poi ascoltato alcune parole tratte dal “Diario” di Anna Frank. Il tema dell’incontro è poi diventato il testo poetico, che gli alunni hanno affrontato in classe nel programma di italiano. La bibliotecaria ha proposto alcune letture di brani poetici, partendo dalla “Divina Commedia” di Dante, di cui quest’anno ricorrono i 700 anni dalla morte, passando per l’“Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Master, arrivando al grande cantautore Fabrizio De Andrè, in cui poesia e musica sembrano inseparabili.

La parola è poi passata alla classe: i ragazzi hanno letto poesie scritte da loro, in cui hanno espresso i loro sentimenti, le loro gioie e le loro paure. Tra le tante, una poesia dal titolo “Il nuovo anno”, in cui, nonostante il protagonista sia il covid, emergono la forza dell’amicizia e la speranza che questi ragazzi portano nel cuore.

Infine gli alunni hanno cantato la poesia “Mare” di Giovanni Pascoli, trasportata in musica grazie all’aiuto di un insegnante di musica.