Ospedaletti guarda al futuro: a breve la svolta su porto e pista ciclabile

È stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta l’accordo preliminare tra Comune e Fallimento per il porto turistico, già approvato dal curatore fallimentare della Fin.Im, società che avrebbe dovuto terminare l’opera. Potrebbe andare così a soluzione il contenzioso con il Comune, situazione che fino ad oggi ha bloccato di fatto ogni prospettiva futura per l’approdo.

Sarà il giudice nell’udienza del 5 novembre ad avere l’ultima parola sulla questione: “Noi vorremmo che la nostra proposta fosse approvata e quindi dare la possibilità al Comune di Ospedaletti di procedere con l’istituzione del bando” commenta il sindaco Daniele Cimiotti. “Abbiamo previsto di procedere in maniera diversa rispetto all’amministrazione precedente: invece di andare con una finanza di progetto di iniziativa privata, noi vorremmo procedere ad iniziativa pubblica. Questo significa che nel momento in cui l’atto transativo verrà firmato, il Comune di Ospedaletti avrà disponibilità delle aree e potrà predisporre i documenti per fare il bando internazionale. Questo è il primo passo reale verso la possibilità di una soluzione bonaria del contenzioso del porto”.

Il sindaco Cimiotti interviene anche sulla questione di Area 24: “Abbiamo approvato in Consiglio la nostra manifestazione di interesse irrevocabile per l’acquisto a 600 mila euro di tutte la aree di pertinenza della ex ferrovia” spiega il primo cittadino. “Vorrei sottolineare che si tratta non solamente della pista ciclabile in sé, ma di tutte le aree pertinenziali: abbiamo acquisito circa 3,5 ettari di proprietà e abbiamo anche la possibilità di sfruttarla da un punto di vista economicamente vantaggioso per Ospedaletti. Si tratta infatti di aree che producono entrate non indifferenti per il nostro Comune. In caso di esito positivo, quell’area diventerà patrimonio pubblico”.