Orientamenti 2023 parte da Sanremo: questa mattina al Teatro Centrale della Città dei Fiori oltre 400 studenti delle scuole superiori, alla presenza del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dell’assessore alla Formazione Marco Scajola e del sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, hanno incontrato professionisti del mondo dello spettacolo in un momento di confronto e approfondimento dedicato appunto all’orientamento, alla scoperta delle opportunità legate a questo settore e a riflessioni sul tema del talento, del sogno e delle aspirazioni.

Hanno portato la loro testimonianza Gli Autogol, il noto trio di youtubers e imitatori che quest’anno, ogni sera vanno onda con il Prima Festival, aprendo di fatto il Festival. Oltre a loro i giornalisti Renzo Balbo, Moreno Pisto e Stefano Tortarolo, l’influencer Ilaria Salerno, salita ieri sera sul palco dell’Ariston, Monica Galluzzi, secondo violino dell’orchestra Sinfonica di Sanremo.

“Orientamenti parte da Sanremo, in occasione del Festival della Canzone – ha spiegato dal palco il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – e nel 2022 è stato capace di coinvolgere oltre 150mila ragazzi: il nostro obiettivo è quello di aiutare i ragazzi a scoprire e coltivare le proprie passioni e talenti trasformandoli in opportunità di crescita e di occupazione. Cerchiamo di dare a tutti i giovani che crescono in Liguria tutti gli strumenti possibili per poter coltivare un talento e possibilmente eccellere nella vita. La prima libertà è quella di costruire voi stessi, mettere a disposizione del vostro talento tutti gli strumenti e crederci fino in fondo. Sicuramente in 73 anni di Festival, sul palco di Sanremo tanti ragazzi sono arrivati in finale, o in prima serata sulla Rai, senza pensare, all’inizio del proprio percorso, che sarebbero mai stati capaci di raggiungere un risultato simile. Questa è la dimostrazione che questo paese, se ci si crede fino in fondo, ha ancora la possibilità di dare un’opportunità a tutti. Quella opportunità ve la dovete costruire prima di tutto voi stessi, con libertà, cervello aperto e voglia di imparare. Questo è il significato più profondo al di là del divertimento, del sorriso e dello stare insieme, in questo che è anche il primo Festival nel quale, dopo i sacrifici degli ultimi anni, ci siamo liberati dal Covid”.

“Orientamenti è un progetto che vogliamo estendere e ampliare sempre di più: non è solo il grande evento di novembre a Genova, ma che voglia sia sull’intero territorio ligure, tutto l’anno – ha spiegato l’assessore Marco Scajola. – Il Festival di Sanremo è la migliore occasione possibile per far conoscere ai giovani le professioni e le opportunità legate allo spettacolo e ai grandi eventi. Il messaggio è chiaro: i sogni si possono realizzare, con impegno e con fatica nessun obiettivo è irraggiungibile. Durante la settimana del Festival abbiamo svolto già alcuni appuntamenti sia per gli studenti che per i loro genitori, oltre 1.000, in modo da fornire strumenti sempre più adeguati per orientarsi nello studio e nel mondo del lavoro”.

“Sono contento che questa mattina i ragazzi abbiano questa opportunitĂ  di crescita e che possano essere stimolarti a coltivare i propri talenti e coltivare i loro sogni – ha commentato il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri. – Ringrazio Regione Liguria per aver dato il via ad Orientamenti 2023 da Sanremo”.