INT_ livio emanueli bilancio sinfonica

Anche per l’Orchestra Sinfonica di Sanremo è tempo di bilanci di fine stagione. È il presidente Livio Emanueli che ne parla ai nostri microfoni all’interno del parco di Villa Ormond.

“È un bilancio estremamente positivo – dice – con l’organizzazione diretta o indiretta di ben 36 eventi, e ne restano ancora alcuni sino al 10 settembre quando la stagione estiva finirà. Quasi tutti gli appuntamenti sono andati sold-out e siamo stati gratificati da grandi apprezzamenti per il lavoro che siamo stati in grado di svolgere. La Sinfonica si è occupata della gestione dei flussi e di far rispettare tutte le norme di sicurezza anti-contagio oltre alla prenotazione dei posti disponibili”.

“I nostri professori d’orchestra, dopo un periodo di stop hanno ripreso a suonare sia qui che in altre località del ponente ligure. Insomma, siamo orgogliosi di aver dato il nostro contributo per la ripresa di un settore che ha molto sofferto”.

“Il futuro ci dice che adesso stiamo per iniziare la partita più importante – spiega Emanueli – e mi riferisco allo spostamento al Palafiori di Corso Garibaldi. Inizieremo con la ‘sala prove’ che non sarà più al Casinò dal mese di novembre. A seguire inizierà il trasferimento degli uffici amministrativi, e come ultimo atto daremo il via alla gestione vera e propria degli spazi ad uso spettacoli, portando il maggior numero di eventi sia per la città che per le nostre casse”.

Area Sanremo caratterizza il nostro autunno e anche quest’anno le selezioni finali si terranno qui da noi da metà ottobre e dopo un mese circa annunceremo i dieci nostri vincitori tra i quali la Rai sceglierà i due che saliranno sul palco dell’Ariston. Stiamo aspettando la conferma della sponsorizzazione che ci consente di offrire l’iscrizione gratuita a tutti gli iscritti come accade ormai da alcuni anni”.

“Il punto va fatto anche sulla Fondazione che gestisce Villa Ormond – dice – dove si sta lentamente tornando ad una parvenza di normalità. L’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario si è concentrato molto sull’online ma sta tornando ad organizzare i suoi corsi con partecipanti. L’altra attività come location per matrimoni ed eventi privati ha ripreso a buon ritmo e il 12 settembre ospiteremo il primo matrimonio post lockdown. Ma abbiamo un numero record di prenotazioni per matrimoni nel 2021, e ciò è dovuto al recupero di quelli che hanno dovuto rinunciare e rinviare il matrimonio a causa dell’emergenza sanitaria”.