INT_Gianni Berrino 24012020ok

Buone le anticipazioni dei flussi turistici nei mesi di novembre e dicembre in Liguria. Dati ancora parziali ma che confermano un trend soddisfacente. Ne abbiamo parlato oggi nei nostri studi con l’assessore regionale al Turismo, Gianni Berrino.

“Non abbiamo ancora i dati definitivi ma posso dire, avendole già superate, che chiuderemo il 2019 con 15 milioni di presenze turistiche in Regione. Un dato molto interessante soprattutto nel 2019 dopo il crollo del Ponte Morandi, la mareggiata e i danni seguiti. Attestarci ai livelli del 2018 è un’ottima notizia,” commenta Berrino.

Novembre, nonostante sia stato il mese più piovoso degli ultimi 70 anni, ha visto un +15% di stranieri e un +2% di italiani. La provincia di Imperia ha visto un +14% globale. “Forse la destagionalizzazione è definitivamente partita. Gli stranieri scelgono la nostra regione per il mare in inverno, il nostro entroterra, le nostre città,” afferma Berrino.

Positive anche le stime del periodo dal 24 dicembre al 6 gennaio: “Abbiamo avuto un +5% di arrivi e un +2,4% di presente in Liguria.

L’intervista si è poi spostata sul Festival di Sanremo e la presenza di Regione Liguria durante la settimana festivaliera in città e durante le serate della kermesse. L’assessore ha anche parlato delle vicine regionali in Emilia e sulle prossime elezioni regionali in Liguria di questa primavera.

“Non faccio previsioni sulle regionali perché sarebbe difficile, pensare però che il centrodestra andrà a giocarsela in Emilia è già un risultato importante. L’unica mia previsione è che qualsiasi cosa succeda da lunedì spariranno le ‘sardine’,” commenta.

Sulle regionali liguri: “Per ora una campagna elettorale ‘soft’, ma lavoriamo tutti per far sì che a maggio il presidente Toti sia confermato.”

L’intervista integrale a Berrino è visibile nel video-servizio di Riviera Time.