roberto parodi fai

Nota stampa di Roberto Parodi, segretario FAI, che commenta l’annuncio di un nuovo testo di legge per la creazione di una cassa pensioni monegasca per i frontalieri: “Arrivano buone notizie dal Principato di Monaco per i pensionati frontalieri: il presidente del consiglio nazionale Stephane Valeri ha annunciato un testo di legge con la creazione di una cassa pensione complementare direttamente a Monaco.

Già due anni fa, in un incontro con il ministro del lavoro e sanità Didier Gamerdinger, ci fu preannunciato l’intenzione di creare una cassa complementare a Monaco. Oggi la pensione complementare viene versata dalla AGIRC-ARRCO Francese.

Il vantaggio di avere una cassa monegasca sarà di minori trattenute e meno burocrazia tempi di lunghi di attesa per ottenerla. Resta comunque da vedere il testo di legge che sarà votato il prossimo anno, dal consiglio nazionale, ma non c’è ombra di dubbio che sia un’ottima iniziativa.

Monte Carlo conta di renderla operativa già dal primo gennaio 2023. Oggi i pensionati frontalieri italiani, ex lavoratori nel principato di Monaco, sono 8000.

La nostra associazione esprime soddisfazione per questo ulteriore passo del Principato che si dimostra sempre più attento allo status sociale anche dei nostri lavoratori e pensionati frontalieri”.

Articolo precedenteIl grande rally torna a Imperia e nel suo entroterra, nel weekend la 10ª edizione delle Ronde Valli Imperiesi con oltre 110 auto iscritte
Articolo successivoCovid, Toti: “In Liguria pronti per terze dosi di vaccino agli over 40, Regione invierà sms per ricordare possibilità di prenotazione”