Nuovo intervento de "I Deplasticati"

Cielo limpido, di un blu intenso, mare dal profumo iodoso e salato: presupposti perfetti per una giornata in spiaggia, passata sotto l’ombrellone, magari con gli occhi incollati alle inarrestabili righe di un candido libro, tè gelido a portata di mano e qualche corsetta in punta di piedi, per evitare l’impatto incandescente della sabbia, verso il bagnasciuga. Ma non per loro.

Guidati, come sempre, dalle indefesse paladine dell’ambiente Sara Tonegutti e Barbara Blengino, i Deplasticati erano presenti, puntuali alle 9.30, sulle spiagge di Sanremo a raccogliere plastica, carta e altri rifiuti. Nella zona dei Tre Ponti e a Pian di Nave, questa volta i volontari sanremesi erano accompagnati dall’organizzazione no-profit Parley for the Oceans e gli imperiesi m’IMporta.

I risultati della raccolta, durata circa un’ora, sono stati, come sempre, molto importanti: la Blengino comunica tramite Facebook che sono stati raccolti quasi quattromila mozziconi di sigaretta, un centinaio di bottiglie di plastica, duecento bottiglie di vetro, cento lattine e oltre cinquanta chilogrammi di spazzatura indifferenziata.

Quest’ultima categoria comprende le più fantasiose e disparate tipologie di rifiuti: dai copertoni, alla biancheria intima, fino ad arrivare a una tavoletta del wc.

Ogni anno aumentano le tonnellate di rifiuti che l’uomo abbandona, è vero, ma possiamo tastare con mano che altresì aumentano le iniziative volte alla pulizia e allo sgombro del mondo in cui viviamo: è su quest’ultima che i Deplasticati e molte altre realtà hanno deciso di puntare. E queste realtà sono la speranza che il nostro mondo ha di tornare a respirare.