claudio scajola

“Durante un’emergenza le disposizioni non si discutono. È una regola aurea, che continuerò a ripetere. Non ci si salva con le polemiche, con i distinguo, con le fughe in avanti. Ho apprezzato l’equilibrio col quale il Presidente del Consiglio ha mediato tra le posizioni più oltranziste e quelle più moderate, pur nella salvaguardia del bene primario della salute. Dobbiamo augurarci che queste nuove disposizioni siano sufficienti a frenare la risalita drammatica dei contagi e ad evitare restrizioni più severe. Serve dunque il massimo impegno da parte delle Istituzioni e il senso di responsabilità dei cittadini.

Sulle chiusure di vie e piazze, condivido la posizione di ANCI e credo che la versione finale sia giusta nella forma. Nella sostanza, noi sindaci non ci siamo mai tirati indietro di fronte alle responsabilità e non lo faremo certo in questa occasione, ma serve che vengano forniti gli strumenti e le risorse per poter operare. Sulla Città di Imperia non vedo particolari situazioni di criticità in questa stagione. Credo sia sufficiente vigilare sul rispetto del divieto di consumo in piedi all’esterno dei locali alla sera. Per quanto riguarda le altre disposizioni, sto avendo da stamane una serie di confronti e daremo in seguito comunicazione sulle decisioni assunte”. Così il sindaco di Imperia, Claudio Scajola.

Articolo precedenteIl sindaco di Imperia Scajola nuovo vice presidente nazionale di Anci
Articolo successivoAltalena del Parco Urbano, l’assessore imperiese Gandolfo: “Gli uffici stanno lavorando ad un’alternativa”