La giunta guidata da Mario Conio, insediatasi da circa sette mesi, ha oggi fatto il punto su tre importanti progetti per il Comune di Taggia, che sono stati finanziati in questo periodo.

Si parte dagli 86 mila euro ottenuti per la Darsena (a fronte di 120 mila richiesti), che serviranno a creare a monte (sulla scarpata di Area24) tre volumi di servizio della Piccola Pesca (cella frigo, deposito e locale attrezzi) e uno spazio “coperto” di fronte agli ormeggi dei pescatori, dentro l’aiuola, utile a inserire in futuro i banchi vendita. “Servirà a creare le condizioni per effettuare realmente la vendita diretta da parte dei pescatori, nell’ottica di un servizio sia commerciale che di valorizzazione turistica dell’area portuale, in fregio alla pista ciclabile”, dichiara il vice sindaco Chiara Cerri.

Sono stati poi concessi al Comune di Taggia 850 mila euro senza cofinanziamento per la riduzione della vulnerabilità sismica della sede comunale, che diventa cosi Sede della Centrale Operativa della Protezione Civile, a seguito degli interventi che (ancora da progettare) ne determineranno la piena agibilità anche in caso di sisma.

Il progetto più importante, quantomeno dal punto di vista economico, è quello che rientra nel programma per la realizzazione di nuovi poli per l’infanzia, finanziato con fondi dell’INAIL, in cui Taggia è inserita per un’opera stimata in circa 2 milioni e 650 mila euro da realizzarsi in prossimità della “Buca delle Palme” (l’attuale parcheggio).  L’intervento sarà inserito nell’ambito della riqualificazione del Viale voluta dall’Amministrazione e già inserita nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche per 300 mila euro. Per quanto riguarda il nuovo edificio, al suo interno troveranno sede i vari plessi comunali, dopo la validazione del programma da parte del Ministero e dell’INAIL.