francia frontiera

Tutta la Francia oggi ha dovuto fare i conti con lo sciopero nazionale degli insegnanti, arrivati al limite della loro sopportazione sull’applicazione delle norme anti-Covid, norme che secondo i sindacati di categoria cambiano istericamente ogni settimana.

Scrive il Nice-Matin che il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, stamattina ha pubblicamente annunciato che intende consegnare gratuitamente due auto-test Covid alla settimana ad ogni famiglia che ne farà richiesta. Ha detto di averne già ordinati 90mila e che la priorità verrà concessa alle famiglie con figli che frequentano la scuola e che la disponibilità scatterà dalla prossima settimana.

Estrosi, ospite di una seguita trasmissione televisiva, ha anche detto la sua sui no-vax.

“I vaccinati non devono pagare per chi non vuole vaccinarsi. Sono favorevole all’obbligo vaccinale e penso che i no-vax andrebbero confinati a casa loro come abbiamo fatto tutti a marzo e aprile del 2020. E a loro negherei anche i sostegni previsti dal Governo contro la disoccupazione”.

In Francia il 91% dei ricoverati in terapia intensiva sono persone contrarie al vaccino.

Articolo precedenteCovid, terza dose: Asl1 organizza una serie di giornate vaccinali al Saint Charles di Bordighera
Articolo successivoTurismo, successo social per il Comune di Imperia. Da sabato sbarca su TikTok: “Per raggiungere un pubblico più giovane”