polizia autostrada sanremo

Sino ad una settimana fa, il ponte del 1° maggio era molto temuto per gli spostamenti non autorizzati, proprietari di seconde case, turisti del fine settimana, cittadini residenti pronti a rischiare sanzioni per mettere il naso fuori casa.

Oggi che si celebra questa ricorrenza lo scenario è cambiato. La stretta si è allentata e lo sarà ancor più tra pochi giorni, e almeno per oggi  il meteo non invita a rischiare sanzioni per gite fuori porta.

Subito dopo il confine, la festa dei lavoratori combacia con quella del mughetto dedicata alla primavera, ed è solitamente molto sentita e fonte di spostamenti di milioni di persone.  E’ per questo motivo che i controlli nelle ultime ore si sono  fatti più stretti sul rispetto delle regole in emergenza sanitaria dato che la Fase2 per loro inizierà l’11 maggio.

Nessun particolare dispositivo di controllo supplementare è stato predisposto sulla nostra autostrada in occasione del ponte di inizio maggio, la tratta sarà sorvegliata da due pattuglie della polizia autostradale oltre che dalle nostre decine e decine di webcam” dicono dal Centro operativo dell’Autofiori.

“Le previsioni indicano solo un possibile e contenuto aumento dei transiti ma restiamo ormai da due mesi ad una percorrenza che non raggiunge il 20% di com’era prima della crisi sanitaria”.

Se ci potrà essere qualche problema nelle prossime ore riguarderà la differenza tra Italia e Francia sugli orari e sui divieti di transito dei mezzi pesanti: “E’ così – confermano – da ieri sera alle h.22 sino alla stessa ora di oggi è in vigore oltre frontiera il divieto di transito mentre da noi si poteva circolare sino alle 9 di stamattina. Poi di nuovo stop generale sino alle 22 di stasera e quindi via libera in Italia sino alle 9 di domenica mattina mentre sull’A8 lo stop inizia sabato sera alle 22 e prosegue sino alla stessa ora di domenica. La prima conseguenza di queste differenze si può notare nell‘Autoporto di Ventimiglia che preso diventerà saturo di mezzi  in attesa di ripartire”.

“Questa situazione si ripeterà anche nel prossimo week-end. Venerdì 8 maggio in Francia si celebra la fine della seconda guerra mondiale, il nostro 25 aprile, e anche in quella occasione si creerà confusione alla frontiera e intasamento all’Autoporto per i divieti di transito per i tir che entreranno in vigore già dalla sera del giovedì”.

Articolo precedenteConfindustria Imperia dona un sanificatore, mascherine e un termometro a infrarossi alla Protezione Civile SS. Trinità
Articolo successivoAziende agrituristiche e maneggi altro settore in difficoltà. Daniele Chiabra Rio Lovaira: “Le entrate sono quasi azzerate, ma il mantenimento e il benessere degli animale deve continuare”