Olivier Véran, ministro della Sanità francese, ha illustrato questa mattina le misure che il suo Governo intende prendere per affrontare quella che i transalpini chiamano ‘quinta ondata’ del Covid.

“Diciamo subito che non è previsto un confinamento, né coprifuoco e neppure la chiusura delle attività commerciali” ha dichiarato spiegando che “..abbiamo le armi per non dover ricorrere a misure vincolanti e stringenti”.

Il ministro Véran ha comunque annunciato alcune novità a contrasto della diffusione del virus a cominciare dalla terza dose di vaccino per tutti i francesi maggiorenni dopo cinque mesi dalla seconda dose, già a partire da questo sabato 27 novembre.

La validità dei test cui si sottopongono i no-vax per avere il green pass crolla da 72 a 24 ore: “I non vaccinati – ha detto il Ministro – dovranno sottoporsi ogni giorno al tampone se vogliono mantenere il pass sanitario. È anche un modo per fargli pesare la scelta di non vaccinarsi”.

E da domani, venerdì, un decreto entrerà in vigore su tutto il territorio per rendere nuovamente obbligatorio indossare la mascherina negli spazi pubblici al chiuso e i Prefetti avranno il potere di decidere se renderla obbligatoria anche all’esterno in occasione di eventi quali ad esempio i mercatini di Natale.

Olivier Véran ha anche aperto uno spiraglio di fiducia verso il nuovo farmaco anti Covid ‘Molnupiravir’ che in Francia sarà disponibile dal 1 dicembre da somministrare agli over 65 e alle persone che presentano altre patologie.

Articolo precedenteConvegno, flash mob e arte per dire basta alla violenza sulle donne. Sanremo presenta i suoi eventi per sensibilizzare l’opinione pubblica
Articolo successivoBordighera, incontro tra l’amministrazione comunale e il Console Generale della Federazione Russa a Genova Maria Vedrinskaya