tonino bissolotti

Antonio Bissolotti, segretario politico di Liguria Popolare interviene con una nota stampa sullapresenza di una nave Costa Crociere ormeggiata al largo di Sanremo durante il Festival, dove Orietta Berti e Fabio Rovazzi dovrebbero ospitare artisti chiamati a interpretare successi degli anni ’60-’70-’80-’90.

“È di questi giorni la anticipazione che la Rai vorrebbe fare attraccare in rada davanti a Sanremo una nave della Costa Crociere con lo scopo dichiarato di pubblicizzare la compagnia di navigazione. Commercianti e albergatori hanno già espresso le proprie perplessità, che Liguria Popolare condivide in pieno, poiché è di tutta evidenza il rischio che la nave si trasformi in un albergo galleggiante per artisti ed addetti ai lavori con annessa ristorazione, il tutto a discapito del comparto economico cittadino. Il timore è che Rai, dopo la eliminazione delle manifestazioni collaterali in città, intenda ospitare nella nave iniziative in contrasto con gli interessi della città.

Si intende rammentare oggi come il Festival sia nato per creare lavoro in città e non per agevolare i guadagni della Rai. Si sottolinea quindi come da parte Liguria Popolare verrà svolta ogni possibile opposizione a un eventuale scenario che veda la città ulteriormente depauperata a vantaggio dei già più che lauti guadagni della Rai maturati sulle spalle proprio della città. Sarebbe il caso di evitare un’ulteriore umiliazione dopo quella della riduzione del corrispettivo in convenzione, lo svuotamento di Area Sanremo e lo svilimento del ruolo della Orchestra Sinfonica che la Rai vorrebbe sostituire con i propri orchestrali di Torino. Il Festival è patrimonio della Città di Sanremo!”

Articolo precedenteDal dolce all’abbigliamento: ecco i desideri dei dianesi nelle feste
Articolo successivoSanremo 2022: Checco Zalone super ospite sul palco del Festival