Domenica 26 luglio a Nava nel forte centrale Don Enrico Giovannini ha celebrato la Messa in occasione di quella che dovrebbe essere stata la data della 29esima festa della Croce Bianca.

Erano presenti i militi in divisa, la popolazione e alcune autorità tra cui i sindaci dei 4 Comuni della valle Arroscia, l’assessore Marco Scajola, la vicepresidente della regione Liguria Sonia Viale.

Come sempre il discorso del presidente Gianfranco Gaggero è arrivato ai cuori di tutti, un discorso che a differenza degli altri anni ha portato l’attenzione di tutti verso le difficoltà che la pubblica assistenza sta affrontando e ha rivolto un appello anche e soprattutto alle autorità presenti per portarle a conoscenza della situazione.

“È importante e doveroso in questo momento sensibilizzare il maggior numero di persone possibili sul probabile destino che questa pubblica assistenza rischia.

La Croce Bianca copre il servizio di soccorso in pochi minuti in tutta l’alta valle Arroscia. Se non esistesse i primi soccorsi potrebbero impiegare oltre mezz’ora, oltre un’ora con le terribili ripercussioni che potrebbero derivarne.

Da qui l’importanza da una parte di reperire nuovi volontari per coprire i turni che gravano in questo momento sempre sugli stessi militi e dall’altra di reperire risorse economiche per supportare l’attività dell’associazione che come tante altre è stata messa in difficoltà dal Covid.

Per dare una mano è possibile scrivere o telefonare al 347 8820497 o mandare una mail a [email protected]“.