Nasce il Centro Integrato di Via a Ventimiglia Alta. L’intesa è stata raggiunta nella giornata di ieri presso la sede di Confcommercio Imprese per l’Italia di Ventimiglia.

All’incontro nei locali dell’associazione commercianti di via Aprosio era presente un nutrito numero di operatori della città vecchia. Nel corso della riunione gli imprenditori si sono dichiarati d’accordo sulla bontà dell’iniziativa e sulla necessità di ridare slancio all’economia del centro storico ventimigliese, uno dei borghi più suggestivi della Liguria.

Il periodo di crisi, la lunga recessione hanno condizionato pesantemente la crescita e lo sviluppo della città di confine e messo un freno alle grandi potenzialità del territorio. La volontà di voltare pagina e scommettere sul futuro nonostante le innumerevoli difficolta che i ventimigliesi vivono ogni giorno sulla propria pelle sta conquistando tanti cittadini, commercianti, operatori economici. La nascita del CIV va in questa direzione, conferma che Ventimiglia è decisa ad andare a avanti, a rimettersi in gioco e a investire sulle peculiarità del territorio.

“Siamo all’inizio di un percorso, una strada non facile – sottolineano i commercianti della città alta che aderiranno al CIV – ma c’è la convinzione di realizzare programmi, iniziative ed eventi per rilanciare in concreto le attività economiche del borgo. Serviranno sinergie e collaborazioni con chiunque intenda far parte del progetto. E qui è d’obbligo un ringraziamento al comune di Ventimiglia e al sindaco Enrico Ioculano per la sensibilità e l’attenzione dedicata a questa importante scommessa”.

Il sindaco assieme a Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia è stato fautore del Forum “Ventimiglia Porta d’Europa” svoltosi al Forte dell’Annunziata nel dicembre scorso, evento che ha gettato le basi per mettere a regime, sostenere e realizzare  i programmi della Ventimiglia del futuro: dal nuovo porto al parco Roja e alla zona franca.