[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/247784034″ videoadsurl=”https://vimeo.com/236432438″ adsurl=”http://www.rivierarecuperi.com/”]L’ospite di oggi dell’Intervista di Riviera Time è il consigliere comunale del gruppo “Il Passo Giunto” di Taggia, Luca Napoli, che ha fatto il punto dopo questi primi sei mesi in minoranza. “Vedo una giunta Conio che pecca di inesperienza e che delibera poco. Rispetto alla media dei cinque anni precedenti, siamo passati da 15 delibere settimanali alla metà”, afferma. “Io ho sempre criticato la nostra amministrazione perché lavoravamo per delle ore, ma non lo facevamo sapere. Qui invece vedo selfie anche quando si sposta una penna. Vedremo se è una strategia che pagherà”.

Il consigliere comunale si sofferma anche sul lavoro svolto da Maurizio Negroni, suo successore all’assessorato ai Servizi Sociali. “Non c’è stato passaggio di consegne. Io ho dato la mia disponibilità, ma Maurizio avrà pensato di non avere bisogno di confrontarsi con me. D’altronde ha trent’anni di esperienza amministrativa”, sottolinea. “Mi sembra che sia ritornato a un modo personalistico di gestire i servizi sociali. Io condividevo di più con gli uffici. Per il resto ha fatto poco, in linea con la giunta”.

Luca Napoli, che ricopre anche la carica di consigliere provinciale, commenta l’attuale situazione di Rivieracqua. “Noi come amministrazione di Taggia avevamo governato questa situazione, anche in prima persona con l’ex sindaco Genduso. Adesso mi sembra di vedere che manchi un po’ di governance e anche la voglia dei singoli comuni di spendersi a favore di questo progetto. Spero che il nuovo cda riesca a risolvere la situazione”.

Nell’intervista si parla anche di biotestamento, di elezioni politiche e degli auguri per il 2018.

Articolo precedenteCasinò, “Con Ovidio” di Nicola Gardini si chiude la stagione annuale dei Martedì Letterari
Articolo successivoImperia, consegnato il depuratore a Rivieracqua