festival dei boschi

Grande soddisfazione per la settima edizione del “Festival dei Boschi” dal titolo “La Terra è fatta di cielo”, evento inserito nel calendario manifestazioni estive del Comune di Sanremo: nel weekend 340 persone hanno partecipato ai laboratori proposti dall’associazione Popoli in Arte, senza contare quanti hanno raggiunto San Romolo per ascoltare buona musica e seguire il Cantastorie del Festival.

Molto apprezzate le passeggiate geologiche, quelle in cerca di farfalle, le escursioni a monte Caggio e a San Pancrazio, i laboratori manuali di land – art, di manipolazione della lana, la cesteria, la fabbricazione di burattini nonché gli incontri per approfondire le proprietà di piante locali, provare un’esperienza olfattiva di essenze/ profumi e per conoscere il processo chimico dell’estrazione di proprietà curative di piante e gemme spontanee.

Grande attenzione per i bambini e le bambine che, a seconda delle fasce d’età, sono stati coinvolti nel piantare semi o trapiantare piccoli di pianta, dipingere su specchi, partecipare a colorati giochi di movimento, ad appassionanti giochi di ruolo, laboratori di percussioni, pittura e fumetto, arrampicate sugli alberi.

Prima di pranzo, protagoniste diverse piccole scene teatrali della Compagnia stabile “Città di Sanremo” mentre le tre esibizioni del Cantastorie hanno incantato con racconti sull’aria e sul volo.

Non è mancata la buona musica con il “Ponente Folk Legacy”, il “Duo Lizzadrìa” e i “Sabroson”, che hanno permesso di spaziare nel repertorio folk europeo e sudamericano.

“Racchiudere in poche parole l’intensità delle due giornate non è facile – commentano gli organizzatori – tra emozioni, saperi teorici e pratici, da sempre a portata di mano in una manifestazione come il Festival dei Boschi. In quest’edizione il cielo è stato punteggiato da moltissimi aquiloni, ben 91 per la precisione, costruiti durante la giornata, che hanno preparato all’innalzamento della mongolfiera realizzata a mano dall’associazione “Amici di Bellissimi” per il Festival. Tutto si è svolto senza fretta, con cura di tutti e tutte. Grazie di cuore ai partecipanti che sono venuti a cercare un tempo di distensione, di incontro, un respiro nel prato di San Romolo. E un ringraziamento particolare alla Polizia Municipale, ai Carabinieri, alla Forestale e ai Rangers d’Italia: il loro contributo ha permesso la buona riuscita dell’evento”.

Articolo precedenteDolcedo, il 12 agosto il concerto del chitarrista Diego Campagna
Articolo successivoRifinanziato il bando a favore delle botteghe dell’entroterra, 64mila euro per la provincia di Imperia