Un bottino di 136 monete d’oro. È quanto hanno scoperto gli agenti della polizia di frontiera di Ventimiglia durante i controlli alla barriera autostradale. I fatti risalgono alle prime ore dell’alba di domenica, quando gli agenti hanno controllato un autobus partito da Barcellona e diretto a Milano. In particolare, la lente d’ingrandimento degli uomini della Polizia di Frontiera si è soffermata su due cittadini albanesi di 24 e 27 anni, che affermavano di non avere con sé alcun bagaglio.

Affermazione risultata essere poi falsa. Gli agenti hanno infatti rinvenuto un borsone di loro appartenenza, al cui interno – nascoste tra gli indumenti – c’erano appunto le 136 monete d’oro. Poste sotto sequestro, le monete sono state visionate e valutate da un orefice, che ha stimato in oltre 80 mila euro il valore delle monete. I due ragazzi sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione ed uno anche per tentato furto per un procedimento penale avviato dalla Squadra Mobile di Rimini.

Articolo precedenteEcco il Pardo 43: eleganza e potenza
Articolo successivoL’estate sta finendo e l’omofobia non se ne va