video
04:14

“Chiudiamo un 2021 non semplice per il nostro comune – esordisce Manuela Sasso, sindaco di Molini di Triora riferendosi a tutti gli strascichi che la tempesta Alex di ottobre 2020 ha causato al comune della valle Argentina – un anno di progettazione e tanta burocrazia per poter finalmente, con l’inizio del 2022, mettere in opera tutti i cantieri necessari per superare lo stato problematico in cui versiamo”.

Oltre le somme urgenze ci sono già progetti per l’anno venturo: “Abbiamo per l’inizio della primavera due progetti di riqualificazione urbana: il primo riguarda un carugio del centro storico di Molini che verrà riqualificato, il secondo riguarda la piazza di Andagna, ad oggi asfaltata e poco valorizzata, per la quale sono destinati 80000 euro”.

Una riflessione sul periodo natalizio che stiamo vivendo: “Un Natale dove la gente aveva tanta voglia di festeggiare, ad Andagna e Glori gli abitanti hanno allestito tanti presepi per le vie dei borghi, in tutte le frazioni abbiamo messo le luminarie, ma ovviamente abbiamo potuto festeggiare come si vorrebbe. La situazione è complessa e non abbassiamo la guarda, ma ritengo che nei paesi si senta di più: il paese è fatto di convivialità e di calore tra le persone, questo tener le distanze sta raffreddando tutto”.

Primo consiglio in Provincia stamani per il sindaco Sasso che è ora anche consigliere provinciale: “Una grande soddisfazione personale ed un’opportunità di portare le problematiche dell’entroterra all’attenzione di tutti, sono contenta che nel primo consiglio si sia già parlato ampiamente delle nostre strade, un tema vitale per tutte le nostre vallate”.

Articolo precedenteTre cessioni per l’Imperia, ai saluti Mistretta, Kacellari e Garibbo
Articolo successivoRegione approva i nuovi indirizzi operativi dei centri per l’impiego, Berrino: “Sempre più qualità nei servizi erogati”