Il sindaco di Imperia Carlo Capacci ha modificato l’ordinanza con la quale nei giorni scorsi aveva rinnovato a TeknoService il servizio di Igiene Ambientale fino al 31 gennaio 2018. La modifica è consistita nell’aggiunta delle penali da applicare alla società in caso di mancato raggiungimento della raccolta diferenziata.

Le percentuali sono state stabilite nella misura del 45% per il primo mese crescenti di un punto percentuale per ogni mese di affidamento del servizio fino alla misura del 51% nel mese di gennaio 2018.

Il rinnovo dell’affidamento è stato concesso – secondo quanto fatto sapere da Palazzo Comunale – “per mettere in pratica quanto deliberato durante l’ultimo Consiglio Comunale”. Leggasi, servizio di raccolta differenziata porta-a-porta.

Al fine di migliorare il servizio della raccolta differenziata organica è stata prevista anche una specifica campagna di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza, vista anche la situazione di grave ritardo in cui versa il capoluogo, ferma al 35% di differenziata per i troppi errori di conferimento e cattive abitudini.

Articolo precedenteImperia, a Borgo Prino la spiaggia amica dei cani
Articolo successivoLa Procura indaga sui concorsi di Rivieracqua