Sabato 23 marzo si correrà l’edizione n. 110 della Classicissima Primavera che, come sempre e da ben oltre un secolo, porterà i ciclisti da Milano a Sanremo.

Sarà un’edizione orfana del “pirotecnico” Mario Cattaneo, scomparso alcuni mesi orsono, Presidente della U.S. Sanremese Sezione ciclismo 1904, società che ha sempre collaborato all’organizzazione dell’arrivo della corsa.

L’assenza della sua vitalità si è già fatta sentire nelle fasi organizzative di quest’anno e sarà ancora maggiore in occasione della giornata della gara che è sempre stata scandita dai suoi puntuali interventi, derivanti da competenza e profonda conoscenza dell’ambiente e dei protagonisti della gara.

L’Amministrazione comunale – commenta l’Assessore allo sport Eugenio Nocitavuole ricordare Mario e le tante occasioni in cui ha collaborato con la nostra città. Ecco perché vogliamo dedicargli quest’edizione in onore dell’impegno, della dedizione, della passione e dell’amore che ha sempre riservato alla corsa”.

Articolo precedenteCalcio, sale l’attesa per l’amichevole Imperia-Genoa al Nino Ciccione
Articolo successivoBordighera, incontro tra il Vicesindaco Mauro Bozzarelli e l’assessore di Nizza Laurence Navalesi