È trascorso esattamente un anno dall’apertura del centro d’accoglienza temporaneo del Parco Roja a Ventimiglia. Era infatti il 16 luglio 2016, quando – con qualche settimana di ritardo rispetto ai programmi iniziali – il centro aprì i battenti, andando ad alleviare la situazione che si era creata alle Gianchette, dove – nei momenti più intensi – si era arrivati anche a sfiorare il migliaio di presenze.

Sin da subito il campo ha dovuto fare i conti con una situazione molto complessa. Pensato per accogliere al massimo 360 migranti, è arrivato ad accoglierne – col grande impegno degli uomini della Croce Rossa – anche più di 600. In totale, sono stati oltre 10 mila i migranti transitati dal parco in questi 12 mesi.

Negli ultimi giorni l’attenzione nazionale è tornata sul campo, con le visite prima del Vice presidente della Camera dei Deputati Luigi Di Maio e poi del governatore ligure Giovanni Toti, che hanno sottolineato –sebbene in modi diversi – come la situazione presente a Ventimiglia sia un fallimento delle politiche europee.