Torna a essere complessa la situazione a Ventimiglia legata alla presenza dei migranti. Partiamo dalla cronaca, dalla morte di un migrante maliano di 30 anni, che sarebbe rimasto folgorato su un treno partito dalla città di confine e diretto in Francia. La notizia è trapelata da fonti francesi, anche se al momento la Polizia ferroviaria italiana non ha ricevuto notizia del decesso.

Nel frattempo, con i primi caldi e l’aumento degli sbarchi nel Sud Italia, sono tornate a crescere le presenze a Ventimiglia e in particolare presso la Chiesa delle Gianchette, dove ieri i volontari francesi hanno distribuito oltre 500 pasti.

Intanto, l’Asl 1 Imperiese ha precisato nelle scorse ore che, in relazione al presunto caso di tubercolosi segnalato dai volontari francesi a Ventimiglia, ha effettuato tutte le verifiche del caso. Al momento – sottolineano dall’Asl “non risultano segnalazioni, né pazienti ricoverati o in osservazione con tale diagnosi presso le strutture aziendali”.

Articolo precedenteDegrado allo Zaccari, J’accuse dei cittadini
Articolo successivoPorto di Ospedaletti, si muovono le acque: variante pronta e interesse franco-monegasco