Continua la fase instabile-perturbata di stampo invernale che interessa la Liguria.

Alla luce dell’ultime uscite della modellistica previsionale ARPAL HA MODIFICATO L’ALLERTA METEO GIALLA PER NEVE . Questa la nuova scansione:

VERSANTI PADANI DI PONENTE (ZONA D, Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida): FINO ALLE 15 DI DOMANI MARTEDI’ 5 GENNAIO

VERSANTI PADANI DI LEVANTE (ZONA E, Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia): DA MEZZANOTTE ALLE 15 DI DOMANI MARTEDI’ 5 GENNAIO

Nelle ultime ore precipitazioni generalmente deboli hanno interessato un po’ tutta la regione concentrandosi in particolare sul savonese. Nelle zone interne la neve ha continuato a cadere con accumuli di 5-6 centimetri nelle stazioni di Ferrania (Cairo Montenotte), Monte Settepani (Osiglia) e Urbe Vara Superiore. Nelle ultime 12 ore da segnalare anche i 28 millimetri di pioggia caduti a Lavagnola. Temperature sottozero si registrano nelle zone interne con punte di -6.2 ai 1845 metri di Poggio Fearza (Montegrosso Pian Latte, Imperia) e -3.7 a Monte Settepani. Sulla costa nei capoluoghi di provincia le minime sono state comprese tra 4.1 di Savona Istituto Nautico e 6.0 a Genova Centro Funzionale.

Anche oggi, lunedì 4 gennaio, la Liguria è coinvolta in una zona depressionaria che mantiene condizioni d’instabilità con piogge, rovesci localmente anche temporaleschi lungo la costa e nevicate a tutte le quote sui versanti padani di Ponente. Deboli nevicate saranno possibili sopra i 600 metri nelle zone più occidentali della regione e spolverate sulle zone interne del centro sempre sopra i 600 metri. Tra la notte e le prime ore di domani, martedì 5 è atteso un ulteriore calo delle temperature che favorirà precipitazioni nevose anche sui versanti padani di Levante, sulle zone interne del centro (oltre i 400 metri) a Ponente e sulla parte orientale di Levante (zona C) sopra i 600 metri. Sul resto della regione ancora piogge sparse, rovesci e temporali al più d’intensità moderata. I fenomeni tenderanno ad attenuarsi nella giornata di mercoledì 6 gennaio.

Ecco i fenomeni meteorologici segnalati dall’AVVISO METEO emesso questa mattina:

OGGI LUNEDI’ 4 GENNAIO: condizioni di instabilitĂ  per il transito di un minimo barico sul Tirreno con precipitazioni sparse a carattere di rovescio o temporale d’intensitĂ  al piĂą moderata; nevicate deboli o localmente moderate su D, deboli su A con quota neve 600 m, possibili spolverate su interno di B oltre i 600 m. Venti settentrionali localmente forti con raffiche fino 50 km/h d su A, dai quadranti meridionali fino a localmente forti su parte centrale della regione. Mare localmente agitato in serata per onda da sud-sudovest su C e parte orientale di B.

DOMANI MARTEDI’ 5 GENNAIO: ancora condizioni di instabilitĂ  con precipitazioni sparse a carattere di rovescio o temporale d’intensitĂ  al piĂą moderata; nevicate deboli o localmente moderate su D, deboli su A e E, possibili locali nevicate deboli o spolverate su interno di B oltre i 400 m e su parte orientale di C oltre i 600 m. Venti forti dai quadranti settentrionali su A e B.

DOPODOMANI MERCOLEDI’ 6 GENNAIO: residua instabilità con possibili deboli precipitazioni in particolare su BCE. Nuovo aumento del moto ondoso fino a localmente agitato su C.

Questa la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

Articolo precedenteIl ritorno dell’inverno: la grande nevicata di Verdeggia
Articolo successivoI carciofi ripieni: una bontĂ  made in Liguria