L’ospite di oggi per la rubrica “L’Intervista” è Margherita Mariella, consigliere d’opposizione a Bordighera, assessore all’Urbanistica durante l’ex amministrazione Pallanca.

Margherita Mariella ha fatto un primo bilancio della nuova amministrazione guidata dal sindaco Vittorio Ingenito: “Passi circa 100 giorni sembra chiaro che l’amministrazione stia giocando a distruggere quello che noi abbiamo messo in atto nei cinque anni precedenti. Ogni amministrazione ha il suo programma e deve portarlo avanti, ma quando entra dovrebbe valutare e proseguire i progetti avviati dall’ex amministrazione per il bene della città e dei cittadini. Certo si possono apportare modifiche, ma non stravolgere tutto completamente e magari annullarlo.”

Il consigliere si riferisce in modo particolare alla decisione di dirottare i fondi stanziati per il progetto di pedonalizzazione e ZTL della piazza della stazione e di corso Italia, per finanziare opere di manutenzione ordinaria.

“Bordighera avrebbe potuto avere una piazza pedonale, un luogo di aggregazione capace di migliorare la qualità della vita del centro. In tutta Europa si va verso la pedonalizzazione dei centri. Il sindaco ha deciso di stoppare il progetto giustificando la scelta con la perdita di parcheggi. Si poteva portare avanti l’opera e allo stesso tempo i lavori di manutenzione,” commenta Mariella.

Durante l’intervista il consigliere ha anche commentato l’uscita dalla maggioranza del consigliere Stefano Sapino e del capogruppo Giovanni Ramoino.

“Il sindaco dovrà essere bravo a tenere unito il gruppo. Dopo meno di tre mesi è un indicatore negativo. Per il bene di Bordighera auspico che riescano ad andare avanti, ma con un dialogo costruttivo con l’opposizione.”