[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/210264247″]“Padre e figlio mafiosi e…”. È la scritta apparsa sul manifesto elettorale di Mario Conio, candidato sindaco a Taggia. “Cerco di affrontare tutto con il sorriso, ma in questo caso si fa fatica a sorridere”, commenta Conio a Riviera Time. “È un’accusa infamante, ma è così grottesca che finisce nel ridicolo”.

Si tratta del secondo episodio in pochi giorni. “Non penso ad azioni legali, continuo a sperare in una campagna elettorale dal clima sereno”.

Articolo precedenteCivezza, elegante paese tra gli ulivi
Articolo successivo1983 – Rally di Sanremo, l’analisi pre-gara di Fiorio