“Prendo nuovamente atto che ad Imperia l’opposizione, in mancanza di argomenti, si fa a colpi di esposti e denunce”. Con queste dure parole il sindaco di Imperia Carlo Capacci commenta la decisione assunta dalla sua Amministrazione di chiudere temporaneamente al pubblico la Biblioteca civica. Una decisione assunta dopo che al comando dei Vigili del Fuoco è giunto un esposto anonimo relativo alla mancanza del Certificato di Prevenzione Incendi.

Si tratta di una questione che si trascina da tempo. La Biblioteca è stata inaugurata il 29 maggio 2009, ma già nel 2010 i Vigili del Fuoco avevano effettuato un sopralluogo e richiesto alcuni interventi di completamento, che tuttavia non sono mai stati eseguiti.

Si arriva così al 2015, quando i Vigili del Fuoco fanno pervenire una ulteriore segnalazione sulla situazione dell’edificio. Pochi mesi fa, era stato invece redatto ed approvato un progetto volto sia a dar corso alle vecchie prescrizioni che a sistemare ulteriori problematiche presenti. Un progetto arrivato, però, fuori tempo massimo, visto gli ultimi sviluppi.
Ora è allo studio la possibilità di svolgere le attività collaterali al servizio bibliotecario – come incontri, presentazioni di volumi, mostre, attività di laboratorio – in altre sedi.

Articolo precedentePresentato il 54° Festival della Musica da Camera di Cervo
Articolo successivoRiva Ligure, Giuffra: “Tariffe Tari invariate e a settembre la raccolta porta a porta”