La Protezione Civile Regionale ha diffuso l’Allerta meteo per piogge diffuse e temporali diramata da Arpal sulla base degli ultimi aggiornamenti meteo previsionali.

Queste le modalità di allertamento:

ZONA A: ARANCIONE SU TUTTE LE CLASSI DI BACINI fino alle 09.00 di domani, martedì 12 dicembre, poi GIALLA fino alle 15.00
ZONA B: ARANCIONE SU TUTTE LE CLASSI DI BACINI fino alle 09.00 di domani, martedì 12 dicembre, poi GIALLA fino alle 15.00
ZONA C: ROSSA SU BACINI MEDI E GRANDI fino alle 13.00 di domani martedì 12 dicembre (ARANCIONE sui BACINI PICCOLI); poi tutti i bacini ARANCIONE fino alle 18.00 e GIALLA fino alla mezzanotte.
ZONA D: GIALLA fino alle 09.00 di domani, martedì 12 dicembre
ZONA E: ROSSA SU BACINI MEDI E GRANDI fino alle 09.00 di domani martedì 12 dicembre (ARANCIONE sui BACINI PICCOLI); poi tutti i bacini ARANCIONE fino alle 15.00 e GIALLA fino alle 21.00.

 

LA SITUAZIONE – La Liguria continua a essere interessata da precipitazioni diffuse e persistenti, di intensità al più forte, che hanno contribuito a saturare il territorio regionale, facendo misurare innalzamenti nei principali corsi d’acqua (a Panesi l’Entella è cresciuto di 2.40m in 3 ore), attualmente contenuti in alveo, anche se si segnalano i primi allagamenti nel Tigullio.

Nelle prossime ore sono attese le precipitazioni più intense, anche a carattere temporalesco, possibili fino al passaggio del fronte vero e proprio, che si affaccerà sul ponente ligure in serata, per transitare sulla Liguria durante la notte e nella prima parte di domani.

Complessa l’azione dei venti, già con raffiche fino a 158 km/h, e ancora previsti di burrasca forte: quelli da sud hanno interessato la regione da Genova al confine della Toscana, e da Albenga al confine con la Francia. In costa, in queste zone, le temperature sono comprese fra 12 e i 16 gradi; viceversa, fra Albenga a la Valpolcevera, prevale l’azione dei venti da nord, con temperature in costa fino a 3°C e ancora sottozero nell’entroterra, dove si sono verificate estese situazioni di gelicidio (istantaneo congelamento della pioggia a contatto di superfici con temperature negative) ancora in atto, e possibili fino a domani.

Il mare è in crescita, con periodo – l’intervallo fra un’onda e l’altra – a Capo Mele già superiore a 8 secondi, altezza massima a 5.5 m e altezza significativa di 3.2m: la mareggiata inizierà a interessare i due estremi della regione dal primo pomeriggio, convergendo verso il centro nella serata e nottata, fino alla prima parte di domani. Un elemento che ostacolerà il deflusso dei corsi d’acqua.

Di seguito il quadro previsionale per i prossimi giorni:

DOMANI, martedì 12 dicembre 2017: Residue precipitazioni su CE anche a carattere di rovescio o temporale (con bassa probabilità di fenomeni forti). Vento forte da sudovest in progressiva attenuazione nel corso della giornata. Mareggiate intense per onda lunga formata lungo tutta la costa fino al mattino; moto ondoso in graduale scaduta a partire da Ponente

DOPODOMANI, mercoledì 13 dicembre 2017: Instabilità residua con possibili precipitazioni anche a carattere di rovescio al più moderato. Mare molto mosso in aumento fino a localmente agitato in serata lungo la costa di C.