video

Anche il territorio del Golfo Dianese ha subito diversi danni e smottamenti dovuti al maltempo degli ultimi giorni. In particolare, ingenti sono i danni a seguito della frana che si è abbattuta sull’Incompiuta, nel versante dianese.

“Abbiamo avuto principalmente due problemi: uno derivante dalla pioggia, ossia i massi che sono caduti sull’Incompiuta e che hanno interessato anche la parte bassa di Capo Berta. L’altro arriva dal mare perché le onde e l’innalzamento del mare hanno procurato dei danni nella zona del Borgo Paradiso”, spiega il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori.

Il Comune ha già preparato una progettazione che conferma la necessità di dover spendere almeno 30 milioni di euro: “La Regione ha già i nostri progetti in mano, a cui si vanno ad aggiungere gli ultimi danni avuti con l’allerta rossa di circa un milione”.

“C’è bisogno però di cambiare anche delle regole, in modo particolare per l’Incompiuta. Bisogna tamponare questa frana persistente di Capo Berta con una galleria a giorno o togliendo la zona SIC, portata sulla terra anziché lasciata sul mare, per fare si che si possano mettere le reti e cementificare. Per fare questo però bisogna cambiare la legislazione”, conclude.