flavio di muro

“Alla luce dei recenti eventi alluvionali, che hanno coinvolto anche la Liguria, sarebbe auspicabile un’accelerazione dell’iter per l’approvazione della nostra proposta di legge, a prima firma della collega Andreuzza, per la classificazione come biomasse – e non piĂą rifiuti – del materiale legnoso portato sulle nostre spiagge dalle mareggiate o depositato nei greti dei fiumi da cause naturali. La pdl, presentata dalla Lega e giĂ  depositata alla Camera, per la prima volta interviene per sanare il problema dello smaltimento di materiale legnoso naturale, arbusti, piante che si depositano sulle sponde di rivi, torrenti, fiumi e sulle spiagge, comportando costi esorbitanti di smaltimento a carico dei Comuni o dei concessionari delle spiagge. Dopo gli eventi calamitosi dello scorso 3 ottobre, abbiamo visto greti di torrenti e i litorali della Liguria, da Ponente a Levante, letteralmente invasi da materiale ligneo che, una volta approvata la nostra proposta di legge, potrebbe trasformarsi da onere a risorsa per produrre energia pulita. Diventando biomassa, ci sarebbe la possibilitĂ  di riutilizzo con un considerevole risparmio di costi di gestione per i Comuni. Vista l’importanza di questo provvedimento e con l’approssimarsi del periodo invernale con possibili e ulteriori mareggiate, auspichiamo che la pdl venga calendarizzata in Parlamento quanto prima”.

Lo dichiara il deputato della Lega Flavio Di Muro.

Articolo precedenteAppello della Filcams Cgil a sostegno dei lavoratori di pulizie e multiservizi: domani protesta davanti agli ospedali di Sanremo e Imperia
Articolo successivoCoronavirus, salgono ancora i casi in Liguria: 907 nuovi contagi, oltre 6mila tamponi