video

Si è svolto ieri pomeriggio a Imperia un incontro con i sindaci dell’imperiese, il presidente della Provincia Domenico Abbo, il prefetto Intini e i tecnici di Regione Liguria, per fare un bilancio sui danni causati dal maltempo dei giorni scorsi.

“Le criticità maggiori riguardano la situazione nel Comune di Rocchetta Nervina, dove è crollata la strada: l’alternativa dovrebbe essere quella della costruzione di un ponte in ferro” spiega il presidente Abbo. “C’è poi una situazione pesante su Cenova, dove c’è stato lo sfollamento totale della popolazione”. Proprio ieri pomeriggio infatti, la frazione di Cenova è stata completamente sfollata a causa di un nuovo movimento franoso che minaccia l’abitato.

Ieri il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti si è recato a Palazzo Chigi per partecipare alla riunione urgente convocata dalla Presidenza del Consiglio per quantificare i danni del maltempo. “La risposta data ieri dal Consiglio dei Ministri sull’emergenza della Liguria, così come delle altre regioni, è una umiliante sottovalutazione” ha dichiarato questa mattina Toti. “Il Governo ha riconosciuto alla Liguria meno di 50 milioni su 100 milioni già spesi per riparare le principali strade e oltre 500 milioni di danni totali”.

“Per quanto riguarda i danni, noi abbiamo fatto schede per circa 1 milione e 500 mila euro” prosegue Abbo. “Sul discorso finanziamenti, pare che da Roma non arrivino a coprirli tutti, penso che in questo frangente sia fondamentale da parte di tutte le istituzioni fare gruppo e far sentire quelle che sono le nostre richieste: è oggettivo che le province liguri hanno sostenuto spese notevoli. La situazione è effettivamente pesante”.