Dall’alto, il Santuario della Madonna della Costa domina l’antico quartiere della Pigna e tutta la città di Sanremo.

Secondo alcune fonti locali, il santuario avrebbe origine nel 1361 quando i Doria cedettero la proprietà del castello alla Repubblica di Genova. In quell’occasione nacque la “festività delle catene” durante la quale i sanremesi si recavano sul promontorio dove ora sorge il santuario trascinando catene per festeggiare la liberazione dai Doria.

La nuova costruzione, secondo le leggende, si deve ad un marinaio che sfuggi ai pirati saraceni e promise alla Madonna di erigere la chiesa. Stando sempre alla tradizione popolare, fu il miracoloso ritrovamento di uno scrigno che permise di reperire i fondi necessari a terminare i lavori.

L’interno è riccamente decorato con marmi, stucchi, affreschi e sculture. Tra queste merita una attenzione  particolare la serie di statue in legno del Maragliano.