Nella giornata di ieri gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Imperia hanno arrestato due fratelli milanesi di 32 e 35 anni, responsabili del furto nell’abitazione dell’ex presidente della Provincia di Imperia Luigi Sappa nella notte tra il 31 luglio ed il 1 agosto.

I due malviventi, pluripregiudicati e con il vizio del gioco, di rientro dal Casinò di Montecarlo, avevano deciso di far tappa ad Imperia, svaligiando l’abitazione di Luigi Sappa e facendo razzia di gioielli, orologi, carte di credito e bancomat. Il tutto mentre l’ex Presidente della Provincia dormiva insieme alla moglie, non accorgendosi di quanto stava accadendo.

Dopo aver messo a segno il colpo, sono ripartiti in direzione del capoluogo meneghino, per far rientro a casa. Nel tragitto, però, hanno pensato bene di fare una capatina in una sala Bingo di Genova, facendo uso del bancomat di Sappa.

Dopo aver trascorso qualche ora di “svago”, i due si erano diretti verso casa, ma durante il viaggio sono rimasti in panne e si sono visti costretti a chiamare il carroattrezzi, pagato sempre con il bancomat dell’ex presidente della Provincia. Risolto il problema, i due si sono diretti a Milano, concludendo la notte con un’ulteriore sosta presso un’altra sala Bingo.Tra prelievi agli sportelli bancari e pagamenti vari, i due hanno speso un totale di 2600 euro.

Sono state proprio le tracce del bancomat a permettere agli investigatori di ricostruire il lungo viaggio e di recuperare immediatamente il bottino, del valore di diverse migliaia di euro, che i due avevano nascosto in sacchi della spazzatura insieme ad altra merce provento di furto.

I due fratelli milanesi si trovano ora nel carcere di San Vittore.

Articolo precedenteAlla Croce Verde le regole salva-vita
Articolo successivoAllerta passata, maltempo alle spalle: ecco le previsioni per i prossimi giorni