È stata approvata oggi da parte del Consiglio regionale la proroga per l’installazione dei sistemi di sorveglianza all’interno delle strutture sociosanitarie, inizialmente prevista per giugno 2018.

Da gennaio 2019 tutte le strutture dovranno aver installato un sistema di videosorveglianza con sistema a circuito chiuso che garantisca esclusivamente le riprese video degli ambienti, nel rispetto delle normative sulla privacy. L’intervento si è reso necessario per poter conservare l’autorizzazione all’esercizio dell’attività, sulla base delle innovazioni tecnologiche previste dalla terza parte della riforma del sistema sociosanitario, approvata a maggio dello scorso anno.

“Siamo convinti che si tratti di un passo avanti importantissimo, nell’interesse non solo degli ospiti anziani, disabili e psichiatrici delle nostre strutture ma anche degli operatori”, afferma Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria.

“Con questa proroga – conclude l’assessore Viale – consentiamo agli enti gestori di provvedere a soddisfare il requisito richiesto dalla normativa, anche nei casi in cui potrebbero insorgere problematiche legate all’installazione, come nel caso di edifici soggetti a vincoli”.

Articolo precedenteMeteo, allerta meteo gialla per temporali su tutta la Liguria
Articolo successivoImperia, Scajola si racconta: “I miei primi giorni da sindaco”