video

Quello del prossimo 8 maggio potrebbe essere l’ultimo Consiglio regionale telematico. Lo annuncia oggi a Riviera Time il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana.

“Abbiamo avuto ieri un ufficio di presidenza integrato dove abbiamo stabilito la data del prossimo Consiglio, l’8 maggio. Abbiamo poi valutato l’ipotesi di fare il Consiglio successivo in aula, non più in video conferenza. Anche per dare un senso al nostro operato. Dal 4 maggio sono previste tutte una serie di riaperture graduali. Per dare un segnale, ipotizziamo anche noi di tornare a riunirci di persona,” spiega Piana.

“Ovviamente – aggiunge – con tutti i criteri necessari a garantire la sicurezza dei consiglieri e dei dipendenti di Regione Liguria. Abbiamo quindi dato mandato di controllare la sicurezza e l’areazione dell’aula, oltre la possibilità di rispettare i criteri di distanza tra i vari consiglieri.”

Tra i punti all’ordine del giorno dell’assemblea in programma venerdì 8 maggio c’è il documento che sarà presentato dal presidente Toti e che contiene una serie di misure a tutela delle categorie sociali e produttive della Regione.

Nella video intervista di Riviera Time, visibile a inizio articolo, il presidente del Consiglio Piana ha anche parlato della solitaria che l’emergenza coronavirus ha innescato e del nuovo ponte sul Polcevera a Genova. “Come uomo delle istituzioni – dichiara – ci tengo a far si che questo ponte venga dedicato alle 43 vittime della tragedia avvenuta il 14 agosto 2018. Questo per far capire la necessità che episodi di questo tipo non capitino più. Servono progettazioni, manutenzioni, nuove opere infrastrutturali sicure e tempi di realizzazione rapidi. È necessario rivedere il codice degli appalti che il più delle volte consegna opere a ditte che se le aggiudicano con il maggior ribasso per poi accorgersi che quelle economie non sono sufficienti e si va a risparmio con danni collaterali successivi,” commenta Piana.