Ulivi

L’Aifo, Associazione Italiana Frantoiani Oleari di Confartigianato, comunica che, anche con l’entrata in della  Liguria in Zona Arancione, rimane consentito lo svolgimento dell’attivitĂ  di raccolta olive e di molitura presso i frantoi anche se fuori dal proprio comune di residenza. Come esplicitato dalla stessa Regione Liguria la pratica olivicola non è a rischio contagio. Negli spostamenti al di fuori del proprio comune sarĂ  però necessario munirsi di autocertificazione, indicando la motivazione ed il relativo percorso e orario.

I 70 frantoi della provincia di Imperia e Savona che  operano tutti  in sicurezza garantendo l’applicazione dei disciplinari e il distanziamento sociale, ricordano ai clienti che le disposizioni sanitarie per l’emergenza epidemiologica SARS-CoV-2 vietano severamente di accedere ai locali della trasformazione .

La campagna olearia 2020, a seguito dell’ottima fioritura e di una buona allegagione, presenta frutti sani e pieni e per questo cerchiamo di rimanere  comunque  ottimisti nonostante il nuovo lockdown.

Speriamo con l’impegno di tutti di tornare presto alla normalitĂ  e  che gli enormi sforzi economici, che stiamo facendo come categoria nonostante l’incertezza del momento  per ritirare e pagare puntualmente il prodotto degli agricoltori, si traducano in risultati economici anche per le nostre aziende.

Articolo precedenteVaccino Pfizer, ecco cosa c’è da sapere. La professoressa Lorenzi: “Prima evidenza che si può prevenire il Covid”
Articolo successivoCoronavirus: 1013 nuovi casi a fronte di quasi 6mila tamponi in Liguria, 131 nel Ponente