Ha preso il via questa mattina la campagna di prevenzione estiva degli incendi boschivi. La novità della campagna di quest’anno consiste nel maggiore coinvolgimento dei volontari, 2000 in Liguria, che saranno organizzati in squadre di quattro persone pronte a partire. Un potenziamento che tiene conto del ruolo fondamentale svolto dal volontariato per il quale saranno previste ulteriori attività di formazione e di addestramento con la collaborazione dei Vigili del Fuoco.

A questo si aggiunge lo stanziamento di 4,3 milioni di euro derivanti dal piano di sviluppo rurale pronti ad essere erogati a 11 Comuni liguri che hanno presentato domanda di contributo per le attività di prevenzione e contrasto degli incendi boschivi che si potrebbero aggiungere ad altrettanti per la realizzazione di bacini e impianti da cui prelevare l’acqua per lo spegnimento.

Regione Liguria per la campagna estiva ha già avviato le principali iniziative per assicurare una riposta adeguata agli incendi boschivi.

– Convenzione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Per le operazioni di spegnimento e la gestione della Sala Operativa Unificata permanente di Regione Liguria, 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno nella sede della Direzione regionale dei Vigili del Fuoco.

– Flotta aerea di Regione Liguria
Due elicotteri fissi per tutto l’anno, uno presso la base di Imperia e uno all’Aeroporto di Genova. Per tutto il periodo estivo sarà operativo anche un terzo velivolo. I tre elicotteri regionali potranno intervenire sul fuoco visto che ciascuno trasporta 1000 litri d’acqua e si rifornisce negli specchi d’acqua presenti nelle vicinanze.

– Flotta aerea dello Stato
Un Canadair con base operativa all’aeroporto Cristoforo Colombo che è a disposizione per tutto il Centro Nord Italia. A questo si aggiungono due elicotteri: uno sulla base di Torino e uno a Bolzano.

– Servizio di previsione del rischio incendi (SPIRL)
Regione Liguria dispone del servizio regionale di previsione del rischio incendio (SPIRL) elaborato dal Centro Regionale di Agrometereologia applicata. Il servizio emette ogni giorno un bollettino valido per i successivi tre giorni che è a disposizione delle sale operative dei Vigili del Fuoco per programmare le attività di prevenzione e spegnimento.

Sono stati 3135 gli ettari di superficie boschiva percorsa dal fuoco nel 2017 e 354 gli incendi rispetto ai 222 del 2016. Rispetto alla media degli ultimi 5 anni di circa 1300 ettari percorsi dal fuoco ogni anno, si è verificato un incremento di 2.000 ettari circa.

“Per l’attuale campagna estiva – ha ricordato l’assessore regionale Stefano Mai – avrà un’importanza rilevante  l’attività in sinergia tra Vigili del Fuoco e volontari antincendio boschivo che sono le principali forze operative del sistema regionale”.