video

Una stagione estiva cominciata all’insegna dell’incertezza ha invece premiato il nostro entroterra, meta oramai prescelta da sempre più turisti curiosi di scoprire le bellezze del territorio.

Triora si fa capofila di questa tendenza registrando, come ci conferma il vicesindaco Giovanni Nicosia, più presenze sia del 2020 che del 2019: “L’anno scorso l’impossibilità di andare all’estero aveva portato tanta gente qui, quest’anno sono aumentate ancora, superando le presenze pre Covid. Un segnale importante del fatto che l’entroterra sta diventando sempre più apprezzato”.

A Triora, come in tutti gli altri comuni, la situazione Covid non ha permesso lo svolgersi di grandi manifestazioni, ma l’offerta è stata ridimensionata offrendo eventi più intimi, delle “esperienze” legate a natura, mistero e cultura che hanno saputo forse maggiormente immergere i turisti nella magica atmosfera del borgo.

Con l’inizio della stagione autunnale, che vede ancora il pieno di presenze come nei mesi estivi, l’attenzione di molti è rivolta all’ormai celebre festa di Halloween che anima il paese delle streghe nella notte più magica dell’anno: “A malincuore devo dire che la festa sarà rinviata al 2022. Con le condizioni odierne non si può vivere la festa con serenità, pertanto pazienteremo ancora un anno sperando che l’anno prossimo tutti potranno godere di questa atmosfera nel miglior modo possibile”.

Articolo precedenteRinnovo dei vertici alla Fiom e alla Flai Cgil di Imperia
Articolo successivo‘Imperia al Centro’ sulla futura pista ciclabile: “Chiediamo all’amministrazione di rivedere completamente l’impostazione progettuale”