La prossima settimana la CGIL imperiese presenterà i dati consolidati al 2016 sulla situazione occupazionale nel Ponente ligure. Dati che si preannunciano dalle tinte molto fosche, a partire dal dato generale sul numero di posti di lavoro persi in un anno: meno 4 mila posti di lavoro in dodici mesi.

Tra i settori che soffrono maggiormente c’è senz’altro l’edilizia, che a livello occupazionale ha toccato nel 2016 il minimo storico. Non va meglio per il turismo, nonostante i toni trionfalistici usati spesso per commentare alcuni dati relativi agli arrivi nella provincia di Imperia. A fronte di una crescita dei flussi, l’occupazione cala sia in termini di quantità che di qualità.

Dati senz’altro preoccupanti, che richiamo a una presa di coscienza tutte le parti in causa: dalla classe politica a quella imprenditoriale. Di tutto questo ha parlato in anteprima ai microfoni di Riviera Time il segretario generale della CGIL Imperia, Fulvio Fellegara.