[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/230754559″]Quella delle Rivolte San Sebastiano alla Pigna di Sanremo sembra una vicenda senza fine e ora il Comune ha deciso di tutelarsi.

Tutto inizia nel gennaio 2016 quando la chiusura della strada che si apre su Piazza dei Dolori fu necessaria per eventuali rischi di crollo legati alle precarie condizioni strutturali delle Rivolte.

Il progetto di ristrutturazione e messa in sicurezza, firmato dallo studio Tosti di Perugia e verificato dalla societĂ  specializzata Inarcheck, è stato consegnato all’Ufficio Cementi Armati della Provincia di Imperia il 18 luglio 2016 e dopo 13 mesi giace ancora in un cassetto.

“Non abbiamo piĂą intenzione di aspettare,” dichiara Leandro Faraldi, Vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici.

Ieri il Comune ha inviato una lettera alla Prefettura firmata sia da Faraldi sia dal Sindaco Alberto Biancheri.

“Chiediamo al Prefetto e al Presidente della Provincia che attivino il potere sostitutivo previsto dalla legge 241 del 1990 in modo tale da riceve l’autorizzazione e far partire i lavori,” prosegue il Vicesindaco che ha poi aggiunto: “Non intendiamo condividere alcuna responsabilitĂ  rispetto a ciò che può succedere all’interno del palazzo. Le Rivolte potrebbero collassare mettendo a rischio anche i palazzi vicini; potrebbe scendere un muro o anche solo una pietra. Dobbiamo mettere in sicurezza la struttura.”

Articolo precedenteSpiagge dei Prati, oasi per gli amici a 4 zampe
Articolo successivoImperia, approvata la salvaguardia degli equilibri di bilancio