gianni berrino

“Da Levante a Ponente il turismo che promuove la nostra Liguria non si ferma e la voglia di ripartenza riesce a coniugare la tradizione con l’innovazione digitale. In quello che auspichiamo tutti sia l’ultimo stop centrale in attesa di una stagione estiva in cui, insieme alla normalità, giunga anche la ripartenza, l’ingegno ligure continua a distinguersi”, questo il commento dell’assessore regionale al turismo Gianni Berrino a due nuove iniziative di promozione turistica.

“Il basilico vuol dire pesto, vuole dire sapori e profumi liguri: perché non farlo diventare turismo esperienziale? La Liguria fa parte delle uniche due regioni, insieme al Piemonte, inserite nel progetto europeo ‘Mappae’ presentato dall’Associazione ‘Le terre dei Savoia’ dove l’aspetto green e aromatico sposa la tradizione e la cultura. Una grande idea che merita un plauso dalla Regione e dal mio assessorato e che vede la Liguria protagonista insieme ad altri 6 Paesi europei”.

“Turismo in versione Covid vuol dire anche saper portare la nostra terra dove per ora non è possibile arrivare. Ci ha pensato il progetto regionale ‘Liguria Coast to Coast’ coinvolgendo i comuni di Bordighera, Alassio, Lerici e Luni che faranno da scenografia a video-racconti brevi e uno conclusivo con protagonisti due ragazzi che attraverseranno la Liguria letteralmente ‘da costa a costa’. Una nuova esperienza ligure che porta alla scoperta delle nostre eccellenze in un viaggio social che abbiamo la certezza diventerà un volano turistico sia sul digitale ma soprattutto nella realtà. Un sentito ringraziamento a questi enti che svolgono attività di promozione di cui beneficia l’intero territorio”, conclude l’assessore Berrino.

Articolo precedente“Vorrei una legge che…”: la quinta elementare di Pieve di Teco tra le classi vincitrici del concorso organizzato dal Senato
Articolo successivoLa ‘Fuga’ dei PanPers finisce a Ospedaletti e Dolceacqua. “Che scoperta l’entroterra!” Uno spot internazionale dell’outdoor in Riviera